L’archetypal branding

archetypal branding

Preso da wikipedia: “L’archetypal branding è una tecnica di marketing che si basa sulla scelta di uno dei 12 archetipi junghiani per identificare il valore che il brand desidera trasmettere ai clienti, facendo dunque leva sulle emozioni primarie e sui bisogni primordiali da soddisfare. ” https://it.wikipedia.org/wiki/Archetypal_Branding

Grazie a un mio collega ho scoperto questo mondo. Dare al brand un carattere come quello umano. Del resto un marchio può essere amato, odiato, stimato, seguito etc. E’ proprio su questo elemento che si basa L’archetypal branding.

Il posizionamento del brand nella mente del potenziale cliente, avviene grazie a tratti distintivi e unici che lo definiscono, assumendo un carattere che identificherà i prodotti e/o i servizi che tratta rendendoli più affini ai clienti potenziali che ne entrano in contatto.

Come suggerisce anche wikipedia, Mark e Pearson categorizzano i 12 archetipi in quattro gruppi legati a:

  1. stabilità
  2. indipendenza
  3. cambiamento
  4. appartenenza

Gli archetipi sono:

L’Innocente: sognatore, puro, ingenuo, ottimista, in armonia con sé e con il mondo. Teme la punizione.

L’Esploratore: lupo solitario, viaggiatore, in cerca di esperienze autentiche. Teme la monotonia, il conformismo.

Il Saggio: filosofo, maestro, trova l’equilibrio attraverso la comprensione. Teme la menzogna e la superficialità.

L’Eroe: soldato coraggioso, atleta instancabile, il valoroso che non teme di superare i propri limiti. Teme la vulnerabilità e la debolezza.

Il Ribelle: anticonformista, rivoluzionario, sovversivo. Teme di perdere il controllo, di essere comandato o di non essere abbastanza efficace.

Il Mago: fornisce quel pizzico di magia per rendere speciali cose o momenti che altrimenti sarebbero piatti. Teme la noia, la negatività, la grettezza.

L’Uomo Comune: il brav’uomo che crede nell’integrità, desidera un mondo in cui si accettano gli altri per ciò che sono. Temendo l’indifferenza e il qualunquismo.

L’Amante: principe azzurro, seduttore, appassionato, desidera una rapporto passionale con le persone amate. Teme la solitudine, la timidezza, di non essere amato.

Il Burlone: positivo, giullare, ridente, cerca divertimento, vuole portare gioia e svago; teme la noia e di dovere accettare la realtà.

L’Angelo Custode: madre, guaritore, altruista, si prende cura degli altri. Teme l’egoismo e l’ingratitudine.

Il Creatore: inventore, idea cose nuove per cambiare il mondo, guarda lontano. Teme la povertà o debolezza delle idee.

Il Sovrano: padre, governatore, re, leader, crea e gestisce ordine nel mondo ordinato per poterlo governare. Teme di perdere

Ora provate a fare un esercizio mentale e quando vedete una pubblicità di un grande brand in televisione o online, provate ad associarlo a un carattere di questi e poi pensate se simpatizzate o meno con lui o se rispecchia in voi una caratteristica che vi piace e nel caso se lo pensate anche del prodotto pubblicizzato.

Questo elemento non lo conosco molto bene perchè è utilizzato molto nei social, ma mi ha attratto e ho pensato di parlarne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.